Successivo » « Precedente

Italiani, popolo di medici? (ovvero, quando anche i numeri non dicono la verità)

TIS-50-2010

Se solo 3 su 50, ovvero meno del 10%, sono i non-medici (in senso lato) listati nella classifica dei 50 migliori scienziati italiani sulla base delle pubblicazioni, qualcosa vorrà pur dire...

Commenti

Vuol dire che questi indici che pretendono di essere oggettivi, in realtà non lo sono. Possono avere un senso solo se applicati ad ambiti disciplnari omogenei molto ristretti, con attività riportate su un ben determinato insieme di riviste.
Purtroppo, così com'è, questa lista mescola le mele con le pere.

Appunto... Voglio dire che in molti usano queste "classifiche" (per non parlare di quelle sui brevetti!) come se fossero indicatori oggettivi della qualità della ricerca, mentre so che nemmeno i medici stessi sono d'accordo tra loro (basti dire che i clinici "valgono" sempre molto di più degli sperimentali...)

Big thumb up for this weblog!

Scrivi un commento